Sono le orchidee più epifite che esistano (in alcuni casi anche litofite), a sviluppo monopodiale, e sprovviste di pseudobulbi.

  • Le foglie possono essere piatte, cilindriche o intermedie.
  • Le radici sono carnose e crescono libere all’aria per poter catturare l’umidità.
  • Le infiorescenze sono a spiga e producono dai 10 ai 12 fiori per stelo.

ESPOSIZIONE E CURA

Necessitano di un’ elevatissima quantità di luce ed umidità, temperature molto alte, comprese tra 16 e 25°C, ambienti ventilati ma non troppo.

INNAFFIATURE

Richiedono notevole umidità e frequenti annaffiature; se sono allevate in panieri sospesi le annaffiature devono essere quotidiane nel periodo primaverile-estivo; durante gli altri periodi dell’anno, si annaffia meno frequentemente ma sempre in modo da mantenere le radici umide.

CONCIMAZIONE

Vanno concimate con generosità, una volta alla settimana durante il periodo di maggiore crescita, ovvero in primavera–estate, mentre negli altri periodi dell’anno, una volta ogni due settimane.